Dal visto ai consigli su come vestirsi: tutte le informazioni per il vostro prossimo viaggio in Oman

FORMALITÀ DI INGRESSO

Passaporto con validità di almeno 6 mesi dalla data di uscita dal paese e Visto da ottenere prima della partenza direttamente tramite il sito della ROP (Oman Royal Police) .

Il costo alla data del 01/07/2019 è di OMR 5 per viaggi/soggiorni fino a 10 giorni e OMR 20 per viaggi/soggiorni da 11 a 30 giorni.

 

FUSO ORARIO

Greenwich Mean Time (GMT) è più 4 ore in estate e più 3 ore in inverno. La differenza con l’Italia è di +3 ore che diventano 2 quando in Italia vige l’ora legale.

 

VALUTA

L'unità monetaria è Oman Rial (OMR 1 = US $ 2,60), che è diviso in 1000 Baizas. Le banconote sono disponibili in tagli da RO 50, 20, 10, 5, 1, 1/2 Rial, 200 e 100 Baizas. Sono anche in circolazione delle monete: 5, 10, 25 e 50 Baizas. Il cambio negli hotels ed in aeroporto non è particolarmente conveniente. Preferibili gli uffici di cambio. Per cambiare è in genere richiesto il Passaporto.

 

ATM (BANCOMAT)

Disponibili numerosi sportelli, ovunque nel paese.

 

TELEFONO

Ci sono impianti di selezione diretta locali e internazionali disponibili da cabine di telefoni pubblici, alberghi e dell'Organizzazione generale sulle telecomunicazioni (GTO). Le schede telefoniche sono facilmente reperibili nei supermercati e in alcuni negozi. La rete GSM è buona, i principali gestori locali sono OMAN MOBILE e OOREDOO. È consigliabile l’acquisto di una SIM locale se si prevede di utilizzare abbastanza il telefono. Necessita il Passaporto ed il costo attualmente di una SIM è di 2 OMR. È importante specificare al momento dell’acquisto che tipo di SIM card si utilizza. Il prefisso internazionale per chiamare l’Oman dall’Italia è: 00968.

 

ENERGIA ELETTRICA

220-240 Volt a 50 cicli AC. Le prese sono a 3 lamelle di tipo inglese. Pertanto è necessario avere al seguito un adattatore o comprarlo in loco.

Spina che si utilizza in Oman per collegarsi alla rete elettrica

 

SICUREZZA

L’Oman è uno dei paesi più sicuri al mondo, furti, rapine, scippi sono praticamente inesistenti. Un atteggiamento di prudenza ed attenzione è sempre consigliato, come ovunque ed in qualsiasi circostanza.

 

Numeri di Emergenza:

  • Royal Oman Police: 24701099
  • AmbAsciata italiana:  +968  24693727   - 24695131

 

IGIENE ED ASSISTENZA SANITARIA

L’Oman è un paese molto pulito ed ordinato, igienicamente non presenta problemi e pertanto non sono richieste vaccinazioni, a meno che non si provenga da aree infette. Le strutture sanitarie sono diffuse ovunque, ma le più attrezzate si trovano ovviamente nei centri più grandi. Ci sono molte strutture private e le prestazioni sono a pagamento. Pertanto è vivamente consigliabile stipulare una polizza assicurativa prima della partenza.

 

CIBO E BEVANDE

La cucina Omanita è prevalentemente araba con influenze indiane. Il riso è sempre presente, così come le tipiche “salse” arabe come l’hummus ed il mutabel. I piatti più diffusi sono a base di pollo, pesce ed agnello grigliati o fritti o serviti con il riso (Biryani, Mandi tipico del sud e Maqbus con lo zafferano ed altre spezie).

I vegetali vengono spesso stufati con il curry, ma la speziatura è molto più delicata rispetto a quella indiana. Il Quroos Asal Khubz è il tipico pane omanita, sottilissimo. Un discorso a parte merita la “shwua” il capretto lasciato marinare per un’intera giornata e cotto lentamente sotto terra. È il piatto tipico consumato nelle famiglie durante gli Eid, le importanti feste islamiche.

Insalate, frutta fresca (banane, mango, papaya, melograno, coccco etc.), datteri e l”halwa” completano la ricca cucina omanita.

Le bevande, analcoliche, sono essenzialmente succhi di frutta fresca e l’ottimo “lemon mint”, preparato con lime e menta fresca, molto gustoso e dissetante. Infine la “kawa”, il caffè omanita, aromatizzato al cardamomo, che fa parte della tradizione ed ospitalità del paese. Offrire al visitatore kawa e datteri o halwa è il simbolo dell’ospitalità e cortesia di questo popolo sorridente ed amichevole.

 

ALCOOL

I non musulmani sono autorizzati a introdurre due litri di alcool. È vietato consumare alcool in luoghi pubblici a parte locali autorizzati, come alberghi e ristoranti. Gli alcolici anche nelle strutture con licenza vengono servizi ad orari prestabiliti.È illegale portare alcolici in auto.

 

RAMADAN

Durante il mese del Ramadan, tutti i musulmani digiunano dall'alba al tramonto tutti i giorni. Le ore fisse di preghiera sono osservati e durante il giorno non musulmani potranno mangiare, bere o fumare ma non in luoghi pubblici ed è educato evitare di farlo in presenta di un musulmano. I ristoranti sono chiusi durante il giorno ad eccezione di alcuni negli hotels.

 

ABBIGLIAMENTO

L’Oman è un paese mussulmano ed è importante che, come ospiti del paese, rispettare i costumi locali. Si raccomanda che le donne non indossino abiti succinti, troppo aderenti, minigonne, shorts o pronunciate scollature. Non consentito il topless in spiaggia. Gli uomini devono indossare camicie/t-shirt e pantaloni lunghi nei luoghi pubblici, ristoranti, musei, villaggi, souq e moschea. Pantaloncini al ginocchio possono essere utilizzati in spiaggia o in piscina, durante i tours quando la guida suggerirà questo. Per visitare la Grande Moschea le donne devono essere coperte fino alle caviglie ed i polsi, nessuna scollatura davanti o dietro le spalle e porre un foulard sulla testa. Gli uomini devono indossare pantaloni lunghi e camicia/t-shirt con le maniche (anche corte ma non tipo canottiera).

 

VILLAGGI

Quando si visita un villaggio (specie tradizionale), mantenere un comportamento rispettoso ed evitare schiamazzi. In genere gli abitanti sono ospitali e sorridenti, contraccambiare con un sorriso è molto apprezzato. Non entrare nelle case anche se la porta è aperta, senza essere invitati. Nel caso è buona norma levarsi le scarpe per entrare all’interno.

 

CLIMA

Il periodo migliore in assoluto per visitare l’Oman va da novembre a marzo, buoni anche ottobre ed aprile. Da maggio inoltrato a luglio è il periodo più caldo ed anche umido. Agosto e settembre accettabili.

Temperature ed umidità possono variare da area ad area ed i programmi possono essere adattati in base al periodo di visita.

Lungo la costa da Muscat a Ras Al Jinz il clima è meno caldo e mitigato da brezze marine, gradevole spesso anche in agosto e settembre.

Nel deserto di Wahiba di giorno in estate fa caldo ma la sera è più gradevole, in inverno la sera può fare decisamente più freddo (necessita un capo più pesante).

Nelle aree interne di Sinaw, Nizwa e non di montagna, in estate fa molto caldo.

Nelle aree di montagna (Jabal Shams e Jabal Akhdar in particolare) in estate il clima è estremamente gradevole, mentre in inverno è freddo con temperature che di notto possono raggiungere gli 0 gradi.

Il sud, nella regione del Dhofar, ha un clima completamente diverso in quanto è soggetto al passaggio del monsone estivo che porta brume e piogge, trasformando il paesaggio nelle regioni verso la costa e le montagne.

La temperatura oscilla intorno ai 28°C, piove costantemente e ci può essere molto vento. Da metà maggio ad ottobre il mare non è balneabile per le onde alte. In inverno la temperatura è gradevole, ma nei mesi di dicembre e gennaio può essere fresco.

Novembre, marzo ed aprile sono i periodi migliori per visitare il Dhofar anche come soggiorno mare. Mentre se si vuole ammirare lo spettacolare panorama con la vegetazione verdissima e le wadi ricche di acqua e cascate, bisogna visitare il Dhofar da metà settembre a metà ottobre, prima che il paesaggio tenda pian piano ad inaridirsi di nuovo.

Il Musandam è visitabile tutto l’anno anche se in estate fa molto caldo.